#corriconriunite e vinci un natale all’insegna del lambrusco

In occasione della Maratona di Reggio Emilia, Riunite propone il concorso fotografico natalizio facebook:

#corriconriunite

Le regole per partecipare sono semplici:

1) Assisti o partecipa alla maratona di Reggio Emilia domenica 13 dicembre.
2) Clicca Like alla nostra pagina Facebook “Cantine Riunite”.
3) Posta una foto sulla nostra pagina facebook entro il 15/12/2015 che ritragga un momento della maratona (prima della partenza, durante la maratona o dopo la maratona) in compagnia del marchio Riunite. Il soggetto della foto dovrà essere legato al tema dello sport e il marchio Riunite dovrà essere ben visibile. Il nostro logo sarà presente sui pettorali di tutti gli atleti e grandi striscioni del nostro brand incorniceranno a tratti l’intero percorso. Avremo, inoltre, uno stand di vendita e degustazione al PalaBigi per tutto il weekend! Basta solo avere un po’ di fantasia e fare click!
4) Il testo del post dovrà contenere l’hashtag #corriconriunite.

La foto migliore sarà selezionata entro il 18/12/2015 da una giuria interna all’azienda composta da tutto il team di marketing e vincerà 30 bottiglie del nostro prezioso Lambrusco Cuvée 1950, che sarà spedito entro il 21/12/2015 per permettere al fortunato vincitore di festeggiare un Natale all’insegna della nostra frizzante tradizione reggiana!

 

Armatevi di fotocamera e fantasia! Vi aspettiamo.

RIUNIAMOCI NELLO SPORT E NELLE TRADIZIONI DEL NOSTRO TERRITORIO

Riunite sponsor della ventesima edizione della Maratona di Reggio Emilia!

Anche quest’anno Riunite farà da sponsor alla ventesima edizione della Maratona di Reggio Emilia in compagnia del suo spirito frizzante e dinamico.

Da sempre portatore di valori legati a tradizione e convivialità, Riunite crede fermamente nelle potenzialità dello sport come promotore di coesione e partecipazione sociale. Lo sport, così come il buon vino, è inoltre un elemento caratteristico e identificativo di un territorio e Reggio Emilia ne è un esempio calzante: terra di importanti vitigni e madre di grandi sportivi del calibro di Stefano Baldini, Reggio è da sempre portatrice di una tradizione legata al benessere e alla vita attiva.
E allora… Domenica 13 dicembre si avvicina!
Vi aspettiamo alle ore 9.00 in Corso Garibaldi, dove la frizzantezza del nostro lambrusco si fonderà con l’euforia e la vitalità dei partecipanti e sarà testimone di un evento col botto! Preparate le scarpe e riscaldate le gambe, godetevi la giornata e lottate per la vittoria!

Comunque vada…
Il nostro Lambrusco Reggiano DOC vi aspetta all’interno del pacco Gara!

 

img_loghi

Cantine Riunite & Civ sponsor uffciale a Campovolo 2015

In occasione del concerto che Ligabue terrà al Campovolo di Reggio
Emilia per festeggiare i suoi 25 anni di carriera, Cantine Riunite & CIV,
azienda leader a livello mondiale nella produzione di Lambrusco, sarà
presente come Sponsor Uciale, così come ha già fao nei precedenti
concerti di Ligabue nel 2011 e di ItaliaLovesEmilia nel 2012.

Il Lambrusco di Cantine Riunite & CIV sarà protagonista in un’area
dedicata al colore e allallegria del conceo di Riunite on Ice, il
Lambrusco servito con il ghiaccio. Uno stile di consumo giovane e
fresco, disimpegnato e informale, in perfea sintonia con latmosfera di
un concerto live. E per rendere ancora più coinvolgente e unico il
momento Riunite, ecco i popcorn da gustare in abbinamento al
Lambrusco.

“Lambrusco&Popcorn”, celebre canzone dell’artista, sarà infai leit
motiv dell’evento presso l’area di Cantine Riunite & CIV: uno spazio
espositivo di 100 mq, luogo ideale in cui trascorrere i momenti di aesa
del concerto, in maniera allegra e frizzante.

Gli ospiti dellarea potranno degustare il Lambrusco Riunite insieme a
croccanti pop-corn preparati allistante, intraenendosi a tempo di
musica. Potranno inoltre farsi fotografare alla parete “Io cero” per
immortalare i momenti emozionanti che precedono il concerto. E
potranno anche lasciare una dedica sulla parete Post It, per esprimere la
gioia e la passione dellatmosfera magica del concerto.

Lambrusco Metodo Ancestrale “Senzatempo” Riunite

Il Lambrusco è costituito da una famiglia di vitigni dalle caratteristiche peculiari. Il primo tra questi vitigni ad essere posto in bottiglia e a dare notorietà a questo vino è stato il Lambrusco di Sorbara. La sua prima produzione non domestica risale al 1865, quando venne posto in commercio rifermentato in bottiglia nelle osterie del modenese. Nel corso degli anni, la produzione di grossi quantitativi si è orientata verso il metodo di rifermentazione in grandi recipienti chiusi, mentre la rifermentazione tradizionale è stata mantenuta a livello di piccole produzioni domestiche.
Per la preparazione del Lambrusco Riunite Senzatempo metodo Ancestrale sono state utilizzate invece esclusivamente uve di Lambrusco Salamino, ugualmente di antica tradizione.
La lavorazione prevede una pigiatura soffice con breve macerazione delle uve, rese in mosto vicine al 50%, allo scopo di ottenere basi più profumate e meno aggressive, ricche di acido malico e povere della componente tannica più acerba.

La prima fermentazione, a temperatura controllata a 18-20°C, viene interrotta quando il livello zuccherino ha raggiungo quello desiderato per un vino frizzante. Il vino stabilizzato a bassa temperatura subisce una chiarifica statica che non lo impoverisce eccessivamente e lo prepara alla successiva presa di spuma in bottiglia, che è anticipata alla fine dell’anno (oppure rimandata alla fine di gennaio) e prosegue lentamente in ambienti a temperature costanti posti sotto il piano di campagna. La successiva maturazione con bottiglie in piedi compatta il lievito, che così completa la cessione al vino di componenti che ne arricchiscono il carattere (componente citoplasmatica).
La brevità del ciclo di produzione è tipica e indispensabile per conservare la freschezza dei profumi e la brillantezza del colore e, al tempo stesso, sufficiente per far sì che il vino si arricchisca della componente strutturale conferita dal lievito, senza però innescare eventuali processi di fermentazione malolattica.
Il vino finito ha spuma di buona consistenza di colore che richiama quello del vino, rosso rubino intenso con note violacee, e, al naso, si caratterizza inizialmente per sentori evoluti, derivati dal lievito, che lasciano rapidamente il passo alla fruttosità del lampone, della ciliegia e del mirtillo, seguiti da note floreali di rosa e viola poco accentuate. La presenza delle fecce sul fondo può condizionare la variabilità delle sensazioni che divengono più complesse via via che si termina la bottiglia. Molti esperti consigliano perciò di agitare il vino prima di servirlo per poter beneficiare di sensazioni più uniformi, maggiori sentori fruttati e maggior equilibrio in bocca. La struttura del vino risulta superiore al tradizionale Lambrusco Salamino e, pur essendo secco, si connota per gusti morbidi e leggermente abboccati, garantiti proprio da questa tecnica di produzione.
Questo è il Lambrusco Riunite Metodo Ancestrale “Senzatempo”.